• Menu
  • Menu
Lago di Resia

LAGO DI RESIA: TRA LEGGENDE E SPORT OUTDOOR

Se sei un amante dei luoghi fiabeschi ed evocativi, abbiamo una meta da suggerirti per il tuo prossimo weekend fuori porto: il lago di Resia.

Situato in Val Venosta, vicino al confine con Svizzera e Austria, è il lago più grande dell’Alto Adige, nonché il più suggestivo: un campanile trecentesco emerge dalle acque creando un effetto unico nel suo genere.

PERCHÈ UN CAMPANILE IN MEZZO AL LAGO?

Lago Resia Campanile innevato

Un tempo era una vallata, nella quale sorgevano il centro abitato di Curon Venosta, alcuni piccoli paesini e tre laghi naturali: il Lago di Resia, il Lago di San Valentino della Muta e il Lago di Curon.

Negli anni venti iniziò un progetto per realizzare una grande diga che portasse elettricità alla regione, ma per fare questo era necessario inabissare più di 500 ettari di terra coltivata e più di 150 case: a nulla servirono le proteste dei residenti, che ricorsero anche all’aiuto del Papa, inutilmente.

Coloro che vivevano nel paese furono così costretti a lasciare tutto e trasferirsi poco lontano, dove fu costruita una nuova Curon Venosta.

Tutta la vallata venne rasa al suolo: l’unico che non cedette sotto le esplosioni controllate fu appunto il campanile della Chiesa romanica di Santa Caterina d’Alessandria, così si decise di lasciarlo come unico superstite.

IL LAGO DI RESIA E LE SUE LEGGENDE

L’atmosfera della vallata è di una bellezza  incredibile: ogni anno sono moltissimi i visitatori che passano dal lago di Resia per un pomeriggio romantico, sportivo o di relax.

D’inverno, quando il lago è ghiacciato, è possibile camminare su di esso fino ai piedi del campanile. 

Un luogo del genere non poteva non dar vita ad almeno una leggenda: molti dicono che, nelle notti d’inverno, si senta il suono delle campane provenire dal centro del lago. 

In realtà, queste sono state rimosse nel 1959, poco prima della creazione del bacino artificiale.

COSA FARE AL LAGO DI RESIA

Il lago si trova in una zona molto amata delle Alpi, perfetta per vacanze attive poiché offre la possibilità di praticare vari sport outdoor.

Essendo sempre esposto al vento, è il luogo perfetto per praticare vela e kitesurf; molto apprezzato anche per la canoa, il kayak e la pesca di trote

Dal lago, potrai poi partire in bici sulla Ciclabile dell’Adige, la quale arriva fino a Merano passando per varie mete quali i borghi di Malles e Glorenza, l’Abbazia benedettina di Monte Maria e il paese del marmo di Lasa.

Alternativa sono le numerose passeggiate a piedi nella natura: a Vallelunga potrai salire a 2265 metri e guardare le stelle dall’osservatorio astronomico presso il rifugio Maseben.

Altro percorso è quello panoramico da Malga San Valentino a Belpiano, mentre per gli escursionisti più esperti si consiglia l’Alta Venosta, che arriva al passo Resia partendo dalla sorgente dell’Adige.

Interessante anche la visita alla città di Curon Venosta, dove potrai visitare il Museo Alta Val Venosta, che racconta la storia di Curon e Resia attraverso foto storiche e oggetti di vita contadina.

ALTRE ATTRAZIONI NELLE VICINANZE

Una volta che sei al lago di Resia sono numerose le attrazioni nei dintorni: di seguito, tre mete stupende a soli 20 minuti di macchina

Glorenza è la città più piccola d’Italia: ricca di Storia e di cultura, le sue architetture medievali e i vicoli stretti le conferiscono un’aria magica.

Dalla stazione di Val Venosta potrai partire per un giro panoramico sulla ferrovia, attraversando l’intera valle da Malles a Merano. Sul treno potrai anche portare con te la bicicletta, così da usarla una volta arrivato a destinazione.

Sluderno Castel Coria Lago Nesia

Infine ti consigliamo Castel Coira, a Sluderno: si tratta di uno dei castelli medievali più conosciuti e meglio conservati dell’intero Alto Adige.
Architettura imponente, al suo interno conserva numerose armature in perfetto stato.

Continua a seguirci per nuove destinazioni!

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *